ITALIA - Basilicata - Matera

Lucania da scoprire

  • Tour ed Escursioni
  • Basilicata
  • Soggiorno + escursioni , Tour di gruppo , Tour + Soggiorno (voli esclusi)
  • 8 giorni / 7 notti
  • 3 stelle , 3 stelle superior
  • Mezza pensione + bevande

Tour consigliato agli amanti della cultura, per conoscere varie zone della Basilicata e fare brevi passeggiate tra i piccoli centri arroccati sulle colline e le montagne lucane, alla ricerca delle atomosfere di un tempo fino ad arrivare a Matera, Città Capitale della Cultura del 2019.


Tour consigliato anche ai buongustai, per conoscere i prodotti tipici della Basilicata e fare brevi passeggiate tra i piccoli centri arroccati sulle colline e le montagne lucane, alla ricerca dei sapori di un tempo: il pane di Matera, il vino Aglianico, i formaggi della montagna lucana, la cucina dei Briganti.


Laboratori, degustazioni, corsi di cucina, escursioni. Tutto fatto lentamente, con gusto. 


La vostra vacanza sarà costruita su misura per voi e le vostre esigenze.


Quotazione volo + trasferimento: chiedi al tuo consulente di fiducia


Dettagli

Possibilità di quotare i voli con partenze da tutti gli aeroporti Italiani
Periodo ideale: Tutto l'anno


PROGRAMMA DI VIAGGIO:


1° giorno. Melfi
Arrivo a Bari aeroporto e trasferimento a Melfi per visitare il castello normanno svevo svetta sulla collina elegante e possente. All’interno, il Museo Archeologico conserva, fra i numerosi reperti, il Sarcofago di Rapolla, mausoleo in marmo risalente al II sec d.c.. Possibilità di visitare la Cripta di Santa Margherita all’interno della quale, fra gli affreschi del XIII, si ammira La danza dei morti, raffigurante secondo alcuni Federico II e la morte.
Trasferimento a Venosa per cena e pernotto.
Sistemazione in hotel, cena e pernotto.


2° giorno. Venosa, Monticchio e Lagopesole
Colazione e visita di Venosa: la Trinità, Panteon dei conti normanni, ed il Parco Archeologico conserva ancora ben visibili le terme e le domus, segno del prestigio di una colonia romana che era arrivata a contare 20.000 coloni. Adiacente, si erge la mastodontica Incompiuta, basilica mai terminata e costruita con materiale di risulta della colonia romana.
Pausa pranzo in libertà. Trasferimento ai Laghi di Monticchio per visitare l’abbazia di San Michele. Sulla strada per Potenza, sosta a Castel Lagopesole per visitare la residenza di caccia di Federico II (chiusura estiva ore 19.00)
Pernottamento a Potenza


3° giorno: Le Dolomiti Lucane
Ore 8.30 partenza per Pietrapertosa e visita alle Piccole Dolomiti Lucane. Un’escursione facile alla scoperta del patrimonio geologico e floristico della zona.
Dal fortilizio saraceno di Pietrapertosa, quasi interamente scavato nella roccia, che offre una panoramicissima veduta della valle del Basento, si visita il centro storico con le numerose gradinate e la preziosa Chiesa Madre. Possibilità (tempi tecnici permettendo) di raggiungere a piedi Castelmezzano. Pranzo libero.
Ore 15.30: partenza per Aliano, il paese del confino di Carlo Levi, autore de “Cristo si è fermato a Eboli”, libro denuncia della situazione sociale di quest’area del sud Italia.
Ore 17.00 visita al paese: la Casa del Confino, il Museo della Civiltà contadina e la Pinacoteca
Trasferimento a Bernalda per cena e pernottamento.


4° giorno: La Magna Grecia
Il nostro nuovo albergo è nel cuore della Magna Grecia, approdo scelto nel VII sec. a.c. da coloni greci alla ricerca di nuovi sbocchi commerciali. Visiteremo il Parco archeologico di Metaponto e le Tavole Palatine, tempio dedicato ad Atena che delimitava i confini ad est della polis. Nella stessa mattinata a Policoro visiteremo il Museo della Siritide, scrigno di importantissimi reperti delle antiche Heracleia e Siris.
Pomeriggio visita di Tursi e della rabatana, centro storico di impronta araba. Dall’alto intravediamo la valle dei Calanchi. Prima di rientrare, una puntata ad Anglona per visitare la bellissima chiesa dedicata al culto di Maria. Ancora ben visibili gli affreschi medievali ispirati al vecchio testamento che arricchiscono la navata centrale.
Rientro in hotel per cena e pernotto.


5° giorno: Parco del Pollino
Passeggiata a Bosco Magnano e Piano Ruggio
Colazione e partenza dall’albergo per Bosco Magnano.
Breve passeggiata in una delle foreste più grandi della Basilicata, ricca di specie vegetali e animali. Il Bosco viene attraversato dal Fiume Peschiera, dalle acque pulitissime.
Pranzo lbero: si consiglia pranzo a sacco.
Nel pomeriggio, visita a Piano Ruggio a quota 1550, nel vero cuore del Parco Nazionale del Pollino, coperto da variopinte fioriture circondate da immense foreste di Faggio. Qui si potranno ammirare esemplari del rarissimo Pino Loricato.
Rientro in hotel per cena e pernotto.


6° giorno: Craco, Matera: i Sassi
Colazione e partenza per Matera. Lungo il percorso di avvicinamento, sosta a Craco, paese fantasma abbandonato per i fenomeni franosi che hanno interessato il terreno argilloso sul quale il paese è costruito.
Arrivo a Matera in tarda mattinata e inizio della visita guidata alla città. I rioni Sassi si estendono sulle pareti di una Gravina fra le più grandi dell’Alta Murgia, risultato dei movimenti della tettonica a placche e dell’erosione del mare. Grotte, crepacci, doline, …rendono lo scenario unico.
Pausa pranzo libera e sistemazione in hotel. Nel pomeriggio si prosegue alla scoperta della città dei Sassi, patrimonio mondiale dell’Umanità dal 1993.
Sistemazione in hotel, cena e pernotto.


7° giorno: Matera: Parco delle chiese rupestri e i benedettini a Montescaglioso, puntata a Miglionico.
Colazione e partenza di buon mattino per il Parco delle Chiese Rupestri della Murgia Materana. Vicino alla città, il parco si estende su una superficie di 8.000 ettari e racchiude all’interno, oltre ad uno sterminato patrimonio culturale, innumerevoli specie di piante, molte delle quali endemiche.
Tracce del Paleolico nelle grotte carsiche. Tracce del Neolitico sui pianori vicino al burrone.
Trasferimento in tarda mattinata a Montescaglioso. Pausa pranzo libera e visita dell’Abbazia Benedettina di San Michele Arcangelo. Nei secoli, l’abbazia diventò non solo una vera e propria azienda, ma anche centro dispensatore di cultura. Di notevole pregio gli affreschi della biblioteca, dove si gli amanuensi copiavano e studiavano i classici greci e l’alchimia.


Rientro in città per cena e pernotto.


8° giorno: tempo libero per eventuali acquisti o per le ultime visite.


Partenza per l’aeroporto, fine dei servizi

Date e prezzi
Prezzo
dal 20/07/18 al 31/12/19
Prezzo a persona in camera doppia/matrimoniale senza trasferimenti pacchetto 7 notti - Minimo 30 persone
€ 690
dal 20/07/18 al 31/12/19
Prezzo a persona pacchetto 7 notti in camera doppia/matrimoniale - A partire da 4 persone
€ 970
dal 20/07/18 al 31/12/19
Prezzo a persona pacchetto 7 notti in camera doppia/matrimoniale - A partire da 8 persone
€ 820

Supplementi

dal 20/07/18 al 31/12/19
Supplemento camera singola
€ 120
Incluso/Escluso

I prezzi si intendono a pacchetto, in funzione delle persone che la occupano, per 8 giorni e 7 notti

La quota comprende:
- Trasferimenti privati per tutto il tour da e per l’aeroporto di Bari;
- 1 notte in hotel 3 stelle a Venosa, 1 notte in hotel 3 stelle a Potenza, 3 notti in hotel 3 stelle a Bernalda, 2 notti in hotel 3 stelle Sup a Matera;
- Trattamento di mezza pensione (colazioni e cene), ¼ vino e ½ minerale ai pasti;
- Escursioni guidate come da programma;
- Assicurazione annullamento e medico/bagagli;


La quota non comprende:
- Volo dalle principali città italiane verso Bari Palese (quotazione su richiesta);
- Pranzi;
- Ingressi: Museo di Melfi € 2,5 (over 65 free), Parco Archeologico di Venosa € 2,5 (over 65 free), Lagopesole € 3 per il Castello; € 6 per la visita virtuale “Federico racconta”, Cripta di Santa Margherita € 8 mance, extra, biglietto attrazione Dolomiti Lucane, Aliano: Casa di Carlo Levi, Pinacoteca e Museo della Civiltà contadina € 3, Museo della Siritide di Policoro € 2,5 (over 65 free), Chiesa Rupestre Matera € 3,00 (over 70 e gruppi 25 pers. € 2), Casa Grotta Matera € 1,5;
- Tutto quanto non menzionato alla voce la “Quota comprende”.
- Extra di carattere personale e quanto non espressamente indicato nella voce “la quota comprende”.


1 gratuità ogni 25 paganti

Appunti di Viaggio

ABBIGLIAMENTO: attrezziarsi con scarpe da ginnastica o scarpe da trekking per le varie visite guidate, in particolar modo sulla Murgia Materana. Possibilmente munirsi di bastone da montagna. Non portare passeggini, ma in caso di presenza di bambini neonati, munirsi di sacche/marsupi.


Modalità per arrivare a Matera:
TRASPORTO DI TERRA: se utilizzate l'automobile, programmate il vostro itinerario attraverso il servizio Google Mappe.


CAMPER: se siete a bordo di un camper e cercate una soluzione per la sosta, vi suggeriamo di sostare sul piazzale Matteotti nei pressi della Stazione Centrale.


AEROPORTO: l'aeroporto più vicino e il nuovo "Karol Woityla" di Bari Palese, a circa 60 chilometri di distanza. Numerose sono le destinazioni, scali nazionali ed internazionali raggiungibili e le compagnie, anche "low cost" che utilizzano lo scalo del capoluogo pugliese.


FERROVIE: gli scali ferroviari Trenitalia più accessibili sono quelli di Bari, Metaponto Scalo e Ferrandina Scalo, da cui occorre poi utilizzare servizi di autolinee per il capoluogo lucano, Matera.
Inoltre, in prossimità della Stazione di Bari Centrale, è possibile prendere un treno delle Ferrovie Appulo Lucane che servono la direttrice Bari - Altamura - Matera.


AUTOLINEE: le varie aziende di autolinea, assicurano i collegamenti tra Matera, le stazioni e le principali località della provincia e dei centri della vicina Puglia.


TAXI: su richiesta


NOLEGGIO AUTO: su richiesta


INFORMAZIONI AGGIUNTIVE SU MATERA:


MATERA


Un luogo abitato da sempre, dove è facile ripercorrere la storia dell'Uomo dal paleolitico fino ad oggi, dai villaggi neolitici al vasto tessuto urbano della Civiltà e dei Sassi.
La Gravina, la Murgia e le oltre 120 chiese rupestri con affreschi bizantini fanno di questo posto un habitat unico ed irripetibile, dove l'Uomo ha saputo utilizzare le scarse risorse del territorio senza distruggerlo, ma integrandosi con esso. Alcuni grandi Maestri del cinema hanno ambientato i loro films in questo suggestivo ambiente, che per le sue peculiarità è stato il primo sito al mondo dichiarato dall'UNESCO "paesaggio culturale".


I Sassi sono stati iscritti nella lista dei patrimoni dell'umanità dell'UNESCO nel 1993. Sono


stati il primo sito iscritto dell'Italia meridionale. L'iscrizione è stata motivata dal fatto che essi rappresentano un ecosistema urbano straordinario, capace di perpetuare dal più lontano passato preistorico i modi di abitare delle caverne fino allamodernità. I Sassi di Matera costituiscono un esempio eccezionale di accurata utilizzazione nel tempo delle risorse della natura: acquasuoloenergia.


Inoltre, Matera è oramai stata candidata a “Capitali europee della Cultura 2019”. 


“Matera dagli anni ‘50 in poi è stata un importante luogo di sperimentazione, di innovazione, di attrazione di grandi cineasti e artisti. Matera ha fatto grandi sforzi: da vergogna nazionale a prima città del Sud ad essere nominata patrimonio dell’umanità; da città misconosciuta ad una delle principali città d’arte da visitare; è una città che ha messo in atto alcuni importanti interventi di recupero, ma che non ha ancora valorizzato il suo enorme potenziale culturale.


Essere stata proclamata Capitale alla Cultura del 2019 significa aver dotato Matera, la nostra città, di un nuovo e forte impulso ideale per una nuova fase della sua trasformazione. Significa infatti poter pensare a una città che passa da una fase in cui un'opportunità per lo più già colta, quella di rendere fruibile il suo territorio storico, con i suoi contenuti architettonici e culturali e con ampie ricadute turistiche, a una nuova fase in cui da un lato punta ad attrarre stabilmente talenti culturali economici e tecnologici e dall’altra si pone il problema della sostenibilità diffusa di tale progetto.
Matera, cogliendo questa sfida ed avendola vinta, può concretizzare la possibilità di diventare una delle principali città attrattive non solo di turisti ma anche di preziose risorse mobili (talenti, industrie creative) e specializzarsi in settori di servizi ad alto valore aggiunto.”


COSA TI OFFRE LA BASILICATA


La Basilicata è una regione ricca di storia e quindi anche di resti archeologici. Basta pensare alle antiche colonie della Magna Grecia, come le famose Metaponto, Policoro, ma oltre a queste ci sono tante altre aree archeologiche poco pubblicizzate che regalano emozioni uniche. Per esempio Grumento, con le rovine romane conservate benissimo, la Cattedrale di Acerenza. Per la parte naturalistica, invece consiglierei una visita ai laghi di Monticchio, due laghetti di origine vulcanica molto pittoreschi.


I più spericolati possono provare il volo dell'Angelo: c'è un cavo di acciaio sospeso nell'aria che collega i due paesini di Castelmezzano e Pietrapertosa, a cui ci si può assicurare con un'imbracatura speciale e su cui si percorre "in volo" la distanza fra i due paesini, sospesi nel vuoto. E' un'emozione fortissima e un modo nuovo per godersi un panorama unico


La costa jonica è la parte della Basilicata, in provincia di Matera, che si affaccia sul Mar Jonio, si estende da Metaponto, al confine con la Puglia, fino a Nova Siri, a ridosso della Calabria. Comprende i comuni di Bernalda, Scanzano Jonico, Policoro, Rotondella e Nova Siri e le località di Metaponto e Marina di Pisticci. L’entroterra della pianura metapontina è una delle zone più produttive della regione, intensamente coltivata a vigneti, agrumeti e frutteti. Le numerose aziende agricole, presenti in loco, producono prodotti di ottima qualità esportati oggi in tutta Europa.


La fascia costiera è un luogo ideale per la villeggiatura con le spiagge di sabbia finissima dall’aspetto selvaggio, per la presenza diffusa del giglio marino dai fiori bianchi e profumati che cresce spontaneamente e dell’eringio spinoso che opera un’azione di consolidamento delle dune. Le numerose stazioni balneari offrono un turismo di alta qualità al servizio dei bagnanti e degli amanti della vela e della pesca sportiva. Oggi questo territorio comprende le località di Metaponto, Marina di Pisticci, e i comuni di Scanzano Jonico, Montalbano Jonico, Policoro e Nova Siri.


E’ un luogo di villeggiatura per eccellenza dove agli ampi arenili e spiagge dalla sabbia finissima sono riparate da grandi distese alberate prevalentemente formate da pini ed eucalipti. Sulle spiagge si trovano ancora le essenze tipiche della zona tra le quali il raro giglio di mare. Vi sono zone di particolare importanza naturalistica in corrispondenza della foce dei fiumi, tra queste spicca il Bosco Pantano di Policoro, uno dei pochi boschi planiziali relitti presenti in Italia.


Mappa

Vuoi maggiori informazioni su questa offerta?

Compila il modulo qui sotto e ti contatteremo per creare insieme il tuo viaggio


Riferimenti contatto


Tutto quello che vuoi raccontarci (domande, richieste particolari, altro...)


Newsletter X

Non perderti le migliori offerte della settimana!
Lascia qui la tua email per ricevere ogni settimana le offerte più interessanti e uniche!